Posts contrassegnato dai tag ‘birra’

 

Il cielo è sempre parecchio blu.
La birra, nera.
La musica, sempre di gente morta trent’anni fa, insieme alla musica.
La birra buona è anche molto amara.
‘ Hai parecchi capelli bianchi, e la barba anche, guardati ‘
Fa un schiuma bianca, una specie di latte, sotto, è amara, come il caffè ‘
‘ Vado a pisciare, c’è fila, vado fuori ‘
‘ Non ci vediamo mai di giorno, ce ne sono parecchi bianchi ‘
‘ Nella mia nuova stanza c’entra il divano, di pelle, questo ci sta perfetto’
Le sigarette non arrivano mai alle cinque, sempre tenerne un paio in macchina per tornare.
‘ Quanto vuoi pe sto divano? ‘
‘ Duecinquanta ‘
‘ Cent’euro ‘
Cinque pezzi da venti che forse erano quattro, no cinque, neanche li esce che il tipo li ha già piegati in tasca e s’è allontanato con la sua coda di cavallo.
Sempre tenerne due in macchina.
Una schiuma bianca che deve scendere e mischiarsi col caffè di sotto, si deve riposare, si spilla a tre riprese.
Alza il cazzo di divano.
‘ Oh ma come ce lo porto a Rebibbia? ‘
‘Nell’Alfa non ci sta? Ahahgahaga ‘, riprende coda di cavallo e soldi.
Qualcuno continua a vivere in baracca e ha pure l’antifurto.
Qualcuno sparisce sempre, qualcuno è sempre al cesso, al cesso fuori, chimico, o al cesso normale, dove ci sono gli indirizzi dei blog attaccati sulle piastrelle.
Storieofficina, nero e con la O rossa, sulla finta traccia grigia di un pneumatico, è ad altezza occhi, sopra il pulsante dello scarico.
Qualcuno si rivede sempre, dopo qualche anno, s’è lasciato, ‘ tornato! ‘ libero, e si rincastra ancora, che cosi’ vuole stare.
‘La spillammo a Berlino, no, a Dublino ‘
A Kreuzberg l’adesivo è attaccato in un cesso, a Friedrichshain sta su un lampione.
Sta tornando dal cesso, sta lasciando il divano, sta arrivando la birra riposata, sta buttando il pacchetto, coda-cavallo accende luci, la riccia mette il giubbino ma non va a casa con lui.
Al quinto piano si spilla la birra, si va a vedere la schiuma bianca delle scogliere che è novembre e quasi buio, in foto si vede solo il profilo di una testa pelata, di una faccia da doberman.
Il lampione è uno albero incollato di locandine.
Kamal, spilla.
Loro stanno ballando.

Barlaam

(Continua…)
(altro…)

Annunci